Madrid
Weather Icon
New York
Weather Icon
Roma
Weather Icon
Lisbon
Weather Icon
C. Mexico
Weather Icon

IL GRANDE SQUALO BIANCO

IL GRANDE SQUALO BIANCO

EL GRAN TIBURÓN BLANCO

Gli squali bianchi hanno un corpo a forma di fuso e una grande robustezza, in contrasto con le forme appiattite di altri squali . Il naso è conico, corto e spesso. La bocca, molto grande e arrotondata, ha la forma di un arco o di una parabola. Rimane sempre socchiusa, rivelando almeno una fila di denti della mascella superiore e una o due della mascella inferiore, mentre l'acqua vi penetra e esce continuamente attraverso le branchie.

Vive su aree della piattaforma continentale, vicino alle coste, dove l'acqua è più bassa. Aree dove l'abbondanza di luce e le correnti oceaniche generano una maggiore concentrazione di vita animale, che per questa specie equivale a una maggiore quantità di cibo. La lunghezza varia da 4 a 7 metri (maschi più corti delle femmine). Non è possibile essere sicuri di quale sia realmente la taglia "massima" o massima in questa specie.

Sono considerate semplici "macchine per uccidere", come ne sostiene l'immagine popolare (leggenda metropolitana). Per catturare i grandi mammiferi che costituiscono la base della dieta degli adulti, gli squali bianchi praticano un agguato : si piazzano diversi metri sotto la preda, utilizzando il colore scuro sul dorso a mimetizzarsi con lo sfondo e diventare così invisibile alle sue vittime. La balena Orca costituisce una minaccia per gli squali bianchi .

Il 4 ottobre 1997, nelle acque che bagnano le Isole Farallon, si verificò un attacco di un'orca femmina di 6 ′ 50 contro uno squalo bianco, lo squalo morì. Tuttavia, anche uno squalo bianco adulto non avrebbe molti vantaggi rispetto all'orca, a causa di ovvie differenze. Sebbene sia difficile da credere a causa dell'intensa leggenda metropolitana contro di essa, il attacchi di squali contro gli umani sono piuttosto rari.

All'interno di questi, quelli dello squalo bianco possono essere considerati aneddotici se confrontati con quelli del squalo tigre ( Galeocerdo cuvier ) o squalo toro ( Carcharhinus leucas ), quest'ultimo può risalire anche grandi fiumi (Mississippi, Amazzonia, Zambesi ecc.) e attaccare a persone a diversi chilometri dal mare. Tuttavia, le morti causate da queste tre specie nel loro insieme sono inferiori a quelle causate da serpenti marini e coccodrilli ogni anno, e persino inferiori alle morti causate da animali apparentemente innocui come api, vespe e ippopotami. Si ritiene che sia più probabile che muoia per un attacco di cuore in alto mare che per un attacco di squalo.