Madrid
Weather Icon
New York
Weather Icon
Roma
Weather Icon
Lisbon
Weather Icon
C. Mexico
Weather Icon

CENTO ANNI DALLA NASCITA DI JOHN F. KENNEDY

CENTO ANNI DALLA NASCITA DI JOHN F. KENNEDY

Il presidente democratico assassinato nel 1963 è un simbolo delle speranze e delle aspirazioni del suo Paese..

In questi giorni, l’immagine e la memoria del 35° Presidente degli Stati Uniti d’America si rafforzano con l’avvicinarsi del centenario della sua nascita. Conosciuto come JFK, John Fitzgerald Kennedy divenne un mito per molti dei suoi compatrioti, un vero simbolo di speranza che ha lasciato un segno indelebile nelle aspirazioni e nella cultura del suo Paese.

che ha lasciato un segno indelebile nelle aspirazioni e nella cultura del suo Paese. Laureato in scienze umanistiche all’Università di Harvard e decorato come eroe di guerra dopo aver salvato il suo equipaggio dal naufragio nel Pacifico della nave da lui comandata, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Iniziò la sua carriera politica nel Massachusetts come senatore al Congresso nazionale. Salì alla presidenza l’8 novembre 1960, dopo aver battuto il candidato repubblicano, Richard Nixon, in un’elezione molto combattuta. Divenne così uno dei più giovani presidenti nella storia degli USA.

Il suo breve mandato si svolse in un contesto molto complicato, poiché dovette fronteggiare l’invasione della Baia dei Porci, il tentativo di rovesciare Fidel Castro e la crisi dei missili a Cuba. Questo accentuò le ostilità con l’URSS e portò quasi a una guerra nucleare. A ciò si aggiunsero le sfide della corsa allo spazio, molto in voga in quel periodo.

Il 22 novembre 1963, gli Stati Uniti assistettero all’assassinio del presidente, colpito da alcuni spari che gli tolsero la vita all’età di 46 anni. Successe durante una sua visita a Dallas (Texas) insieme alla moglie Jackie: un evento che doveva rimanere nella memoria collettiva di tutto il mondo e che servì ad alimentare le polemiche legate ai sospetti sulla sua morte.

In occasione del centenario, l’immagine giovane e vitale di JFK è rinata nella memoria filantropica statunitense attraverso gli atti commemorativi. Un simbolo ancora valido, perfettamente sintetizzato in uno dei passaggi del suo discorso di investitura: “Il bagliore di quel fuoco può illuminare il mondo”.